Browsed by
Categoria: Percorsi

Escursione nell’entroterra Romagnolo

Escursione nell’entroterra Romagnolo

Romagna città di mare. In estate le spiagge sono prese d’assalto, certo perchè sole e mare sono i re indiscussi della calda stagione, ma c’è chi invece preferisce muoversi all’aperto e scoprire luoghi  fatti di naturali sentieri. Non tutti sanno che oltre la riviera la Romagna offre anche tanti sentieri e percorsi di trekking, escursionismo, dal più facile a quello dedicato ai più esperti. E allora se si ha un week-end da spendere fuori porta e siete magari emiliani, potete facilmente raggiungere questo bellissimo territorio e scoprirlo nel suo lato inesplorato.

Iniziamo a differenziare i diversi tipi di escursionismo. L’escursionismo è per antonomasia il camminare esplorando, un’attività basata sul movimento attraverso uno o più territori sconosciuti e non. Camminare per lunghe ore permette di riappropiarsi del nostro quì ed ora, rilassa la mente e allontana lo stress, scaricando le tensioni attraverso il camminare in ambienti naturali. C’è una piccola differenza tra trekking ed hiking, vediamola nel dettaglio:

  • il trekking si basa sul camminare per più giorni con uno zaino abbastanza grande da contenere il necessario per la quantità dei giorni scelti. Il pernottamento solitamente si fa in tenda, ma su alcuni sentieri come la Francigena ci sono ostelli e case adibite per offrire ai pellegrini un ottimo ristoro.
  • l’hiking invece è un camminare lungo un sentiero che solitamente dura una giornata o poco meno.

Nell’entroterra romagnolo sono presenti percorsi di hiking, e ve ne elenchiamo qualcuno:

  1. Il colle di Covignano. E’ un piccolo percorso facile di 6 km sul colle di Rimini.
  2. A Pennabilli, distante 1 ora di macchina da Rimini, sono presenti più di un percorso, quello che si snoda da Villa Maindi a Badia Sant’Ercole, da Scavolino a Miratoio e da Miratorio a Sasso Simone e Simoncello. Quest’ultimo è di gran lunga più panoramico e prevede una durata di circa 5 ore.
  3. Sono presenti molti altri sentieri anche verso Coriano, Mondaino e Poggio Torriana.

Nel web potrete trovare la mappa dei percorsi. Solitamente chi prova questo tipo di escursionismo poi difficilmente se ne libera.

Gran Canaria: cosa visitare

Gran Canaria: cosa visitare

Gran Canaria rientra nell’arcipelago di isole Canarie, una delle otto regioni del governo spagnolo: ecco alcuni posti bellissimi da vedere nel territorio di Gran Canaria.

 

Natura incontaminata a Gran Canaria

 

Sono tantissimi i visitatori che ogni anno decidono di fare tappa a Gran Canaria.

Qui è possibile ammirare lo splendore e la bellezza di una natura quasi completamente incontaminata.

Uno dei posti più belli da poter visitare è Roque Nublo che si trova nella parte montana di Gran Canaria.

Un paesaggio quasi simile a quello della luna, ricco di pini che rendono questo posto magico assieme alla grande roccia che domina all’apice di questo territorio.

Qui si può vedere il paesino caratteristico che scompare e compare in base alla presenza delle nuvole.

Anche le dune di Maspalomas rientrano tra i posti più belli di Gran Canaria: un vero e proprio mare di dune che dà vita a dei paesaggi molto suggestivi, quasi simili a delle cartoline.

 

Bellezze paesaggistiche uniche a Gran Canaria

 

L’isola di Gran Canaria è caratterizzato da una serie di posti naturali bellissimi.

vivere al meglio l'isola di gran canariaUno dei più incantevoli è sicuramente il Canalone di Guayadeque che è una autentica perla.

Si tratta di un luogo che si trova tra Ingenio ed Aguimes e si può ammirare tutto lo splendore di un posto che sembra portare dietro nel tempo.

Infatti si possono notare in questo posto una serie di tracce lasciate dai primi abitanti delle Isole Canarie.

Anche Caldera de Bandama rientra tra le meraviglie di Gran Canaria che non può non essere visitata.

Un posto magico e caratterizzato da una caldera vulcanica che contribuisce alle caratteristiche morfologiche di questo territorio.

Una bellezza del tutto naturale e nella quale l’uomo non ha avuto alcun tipo di intervento: un posto ideale soprattutto per chi ama i sentieri avventurosi e soprattutto il camminare.

Camminando si può anche trovare una delle più celebri aziende produttrici di vino delle Isole Canarie dove poter gustare delle piacevoli bevande alcoliche dal sapore unico.

 

Gran Canaria, posto ideale per esperienze uniche

 

Tantissime sono le attrazioni di Gran Canaria che permetteranno di trascorrere piacevoli momenti di relax.

Una delle migliori è sicuramente il Puerto de Mogan da cui si può ammirare uno splendido tramonto ogni giorno.

Caratteristici sono i bar di questa zona e i tanti altri locali dallo stile marino.

Conviene ammirare anche la splendida spiaggia di Las Canteras: si tratta di una distesa di sabbia chilometrica e in cui ogni anno tantissimi turisti decidono di trascorrere le proprie vacanze.

Meta ideale anche per i surfisti che sono alla ricerca di esperienze uniche da vivere grazie alle onde del mare, senza dimenticare che c’è un enorme acquario aperto a pochi metri da questa splendida spiaggia.

Chi ama, invece, le passeggiate all’interno dei paesini potrà provare una piacevole esperienza camminando nel villaggio di Teror, un posto magico.

Infatti è un borgo storico dell’isola in cui si possono assaggiare tante pietanze tipiche del posto, come i dolci.

Qui è possibile toccare con mano la tradizione popolare di Gran Canaria.

IL MONDO IN TOUR

IL MONDO IN TOUR

Viaggiare nel passato era un privilegio che pochi potevano permettersi, ed era perlopiù riservato a famiglie benestanti o ricchi imprenditori, ma ciò che noi intendiamo oggi come turismo ha visto la sua svolta a metà del 1800 quando nacquero i primi viaggi di gruppo organizzati da Thomas Cook grazie all’ausilio del treno.
Ai giorni nostri, fortunatamente, viaggiare è alla portata di tutti e grazie alle competenze che negli anni i tour operator hanno alimentato e arricchito è possibile visitare qualunque parte del mondo e godere a pieno delle meraviglie che offre. Qualunque sia la destinazione che sceglierete, recandovi presso le agenzie di viaggi, potrete trovare tour che mirano a racchiudere in pochi giorni tutte le meraviglie e le particolarità che ogni meta offre, o la possibilità di personalizzare le vostre vacanze decidendo voi quello che in assoluto non vorreste mai perdervi. Per fare alcuni esempi, esaminando le principali offerte di alcune agenzie, troviamo titoli come” gran tour Portogallo” o “gran tour Polonia”, ma anche “tour San Francisco, Hawaii e maratona di honolulu” oppure”tour Vietnam, Cambogia e Hong Kong” e molto altro ancora. Se li analizziamo più a fondo notiamo ognuna racchiude, nei giorni che ha a disposizione, molte delle città di maggior spicco focalizzando per ognuna l’attenzione su i principali monumenti e attrazioni che le caratterizzano e che meglio descrivono la sua storia, cercando di darvi la più completa conoscenza possibile sul territorio. Così facendo avrete la possibilità di visitare grandi porzioni territorio, in un lasso di tempo relativamente breve, con la certezza di non lasciare nulla in sospeso e darvi l’occasione conoscere di conoscere nuovi popoli e culture molto da vicino.
Se la vostra idea di vacanza non si rispecchia in ciò che abbiamo descritto fin ora, non rassegnatevi, esistono tipologie di viaggi organizzati adatti a soddisfare tutti; se la vostra è un anima libera che ama la natura e l’aria aperta, vi interesserà sapere che è possibile fare trekking in moltissime note mete turistiche del mondo,dalle isole Egadi, alla Tanzania, alle Mauritius fino all’ Amazzonia, o partecipare al “tour natura del Canada dell’est” per poter godere al massimo dei panorami e delle bellezze che madre natura offre.
Se queste mete vi sembrano lontane e preferite visitare le città di maggior spicco del panorama italiano, basterà esprimere la vostra preferenza all’operatore dell’agenzia a cui vi siete rivolti e subito vi verranno mostrati gli itinerari che da nord a sud mirano a valorizzare e a far conoscere il patrimonio del nostro paese, forti di un clima favorevole durante la maggior parte dell’anno e del naturale splendore di cui godono le nostre città. Il vantaggio di cui potrete godere nei tour all’italiana è la possibilità di racchiudere in un’unica vacanza sia una giornata di relax al mare sia un’escursione di trekking in montagna, grazie alla sua morfologia che conta tutte le varietà di ambienti possibili.
Qualunque sia la vostra idea di vacanza, grazie l’evoluzione che il turismo ha subito in questi decenni, potrà essere soddisfatta, e anche ciò che fino a pochi anni fa sembrava irraggiungibile oggi è alla portata di tutti.

WEEK-END IN MAREMMA

WEEK-END IN MAREMMA

Se desiderate da tempo fare una gita fuori porta con la vostra famiglia, per scappare dal caos cittadino, e rifugiarvi in qualche oasi di pace e tranquillità, in maremma troverete quello che tanto bramate. Questa terra infatti è famosa proprio per le sue sconfinate aree incontaminate immerse nel verde, che offrono un vero riparo dalla vita frenetica di ogni giorno.
Nella provincia di Grosseto, a sud della regione Toscana, esistono 4 importanti parchi, tutti diversi tra loro, che potranno accontentare tutti, il Parco nazionale arcipelago Toscano, il parco faunistico dell’Amiata, il parco regionale della Maremma e la riserva statale del lago di Burano.
Il parco nazionale Arcipelago Toscano è formato da 7 isole maggiori e altre minori che messe tutte insieme fanno parte del più grande parco marino d’Europa, inserito nel Santuario Internazionale per i Mammiferi marini, ossia l’area marina protetta più grande del Mediterraneo. Le isole maggiori sono delle vere perle, dove gli appassionati di immersioni troveranno magnifici fondali, e la natura incontaminata o ben preservata lascerà gli alti senza parole. La più grande è l’isola d’Elba la quale occuperà la maggior parte del tempo per visitarla; è una fonte inesauribile di attrazioni suddivisa in otto comuni tutti con una loro particolare attrattiva. 
L’esatto opposto è il parco faunistico dell’Amiata, situato alle pendici dell’omonimo monte, dimora di molte specie animali e vegetali e patrimonio paesaggistico di rara bellezza. Il Parco è impegnato soprattutto nella organizzazione di attività didattiche e di sensibilizzazione, e all’interno delle aree faunistiche, sono presenti specie animali che caratterizzano l’ambiente appenninico. Lungo i percorsi appositamente studiati e attrezzati è possibile osservare molte specie di ungulati come cervi, daini, caprioli, camosci, mufloni, ma anche altre specie di animali minacciate d’estinzione come i rari lupi appenninici, ovviamente in un’apposita grande area gestita come una riserva genetica. I due percorsi più interessanti a livello naturalistico e paesaggistico sono quelli che conducono alla forra, caratterizzata da numerose sorgenti che alimentano il fosso Onazio, e quello che conduce fino alla vetta del Monte Labbro, importante anche da un punto di vista storico-culturale.
Tra la montagna e il mare, troviamo gli altri 2 parchi; quello regionale della Maremma offre la possibilità di visitarlo sia a piedi che in bici ma anche a cavallo, in carrozza e perfino in sella ad un asino, oppure di notte, fatta eccezione per l’escursione in canoa. Il parco racchiude tutte le tipologie territoriali presenti nella zona dalle colline che discendono fino al mare, caratterizzata sia da spiagge sabbiose che da alte scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli, che, grazie anche alla sua posizione geografica, nella stagione migratoria sono meta prescelta da molte specie di uccelli, oltre ad essere un habitat naturale ideale per cavalli e bovini allo stato brado. Inoltre qui vivono stabilmente animali come la lepre e il riccio, ma anche la volpe, il tasso, l’istrice ed il cinghiale,diversi carnivori, tra cui il gatto selvatico, la martora, la faina, la puzzola, il coniglio selvatico e, nelle zone boscose, il capriolo e il daino; La particolarità è che tutte queste specie possono essere ammirate allo stato brado. Dulcis in fundo il parco riserva statale del lago di Burano, località turistica molto apprezzata della Costa d’Argento, rinomata per le acque cristalline, separato dal Tirreno da un cordone sabbioso dove, tra i suoi canneti, trovano casa aironi, falchi di palude e germani reali avvistabili dai punti di osservazione e torrette appositamente allestite. I sentieri che attraverserete, attraversano la macchia mediterranea, dandovi la possibilità di ammirare la maestosa vegetazione ricca di profumi e colori.

UNA VACANZA PER TUTTI

UNA VACANZA PER TUTTI

Ogni anno per il vostro viaggio di famiglia dovete trovare una località adatta a tutti componenti, dai bambini che vogliono divertirsi e giocare, ai grandi, che cercano relax e pace per ricaricarsi,e mettere insieme tutto questo non sempre è così semplice. Grazie a tour organizzati la vostra scelta sarà sicuramente vincente e con l’ausilio di esperti nel settore eliminerete anche lo stress del dover cercare!

Read More Read More

TOUR ALLA SCOPERTA DELLA TOSCANA

TOUR ALLA SCOPERTA DELLA TOSCANA

creare un tour che vi conduca alla scoperta della Toscana in tutto il suo splendore, richiederà senza dubbio alcuni giorni ma non vi lascerà insoddisfatti. Ipotizziamo di partire dalla città di Firenze: qui le cose da vedere sono davvero molte in quanto con i suoi musei, palazzi e chiese ospita alcuni dei più importanti tesori artistici del mondo, motivo per il quale è meglio dedicare almeno 2 giorni alla visita di questa città . La prima tappa che vi consigliamo di fare è alle chiese di santa Maria Novella e Santa Croce, dove è possibile vedere secoli di storia dell’arte e opere di alcuni degli artisti principali del Rinascimento italiano, dopo di che vi dirigerete alla Cattedrale Santa Maria del Fiore e al Battistero intitolato al santo patrono della città e decorato con marmi bianchi di Carrara. La successiva tappa è indubbiamente la galleria degli Uffizi, uno dei maggiori musei del mondo, che racchiude opere di molti dei più importanti pittori. Prima di ripartire dovrete visitare il Giardino di Boboli ,parco storico della città di Firenze, connesso con Palazzo Pitti, ed è uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana al mondo e vero e proprio museo all’aperto. Queste sono solo alcune delle meraviglie che troverete a Firenze ma già questo è un buon punto di partenza.
Spostandovi verso il mare incontrerete altre splendide città d’arte che vale la pena vedere anche solo per 1 giorno come Siena, san Gimignano e Volterra che se pur di più piccola estensione non mancano certo di opere importanti; Siena con Piazza del campo, il palazzo pubblico e il museo civico vi faranno scoprire un luogo ricco di storia e di arte, ma anche di forti tradizioni, mentre San Gimignano, un vero piccolo gioiello dichiarata dall’ Unesco “Patrimonio dell’Umanità” ,vi conquisterà con le sue imponenti torri; infine Volterra città dal caratteristico aspetto medievale, dove è ancora possibile gustare l’atmosfera di un antico borgo, grazie al relativo isolamento che ha limitato lo sviluppo industriale e commerciale.
Una volta raggiunta la costa dovrete soffermarvi a Follonica come punto di appoggio per dedicare alcuni giorni a visitare i molti piccoli paesini limitrofi quasi tutti di origine medioevale, che ospitano numerose opere risalenti anche ad altre epoche lasciate in eredità dalle civiltà che visi sono succedute. Una volta viste queste piccole meraviglie Maremmane non possono che essere visitate le 2 maggiori isole dell’arcipelago, l’Isola d’Elba e quella del giglio. La prima è la più grande per estensione famosa per gli infiniti orizzonti, è suddivisa in 8 comuni ed ha 3 porti. Storia, sport, natura, divertimento, relax vi accompagneranno durante il vostro soggiorno alla scoperta delle sue bellezze. La seconda anche se più piccola non è certo da meno, infatti è ricca di oasi incontaminate che vi regaleranno la sensazione di essere atterrati su un altro paese e dove potrete godervi le meraviglie che solo la natura sa creare. Se avete ancora qualche giorno a disposizione l’arcipelago toscano conta altre 5 isole maggiori e altre minori tutte con delle particolarità che vale la pena vedere.
Questo è solo un esempio di quello che potrete vedere in Toscana, basterà solo scegliere quello che più vi incuriosisce e troverete sicuramente quello che state cercando dalla vostra vacanza.

STORIA MAREMMANA

STORIA MAREMMANA

La maremma Toscana è una terra ricca di città d’arte che ospitano molte opere di autori nazionali e non solo. Ognuna possiede un monumento, museo o struttura uniche nel loro genere che vale senza dubbio la pena vedere, il tutto accompagnato da una natura rigogliosa e incontaminata capace di far provare sensazioni mai vissute e regalare un po’ di relax. Nel cuore della maremma troviamo tre centri di un certo spessore che, se visitati, vi daranno l’idea di quello di cui stiamo parlando, ovvero Grosseto, Siena e Volterra.

Read More Read More

I PARCHI DIVERTIMENTO MAREMMANI

I PARCHI DIVERTIMENTO MAREMMANI

Se quest’anno state cercando una vacanza diversa ma non sapete come fare ad accontentare tutta la famiglia non disperate esiste una comoda soluzione che metterà d’accordo tutti. Grazie all’ausilio di esperti, costruire un tour su misura per voi in Toscana tra i parchi divertimento più importanti della zona ottimi per far felici grandi e piccini, sarà un gioco da ragazzi. Dà nord a sud tutta questa zona ospita questa tipologia di attrattiva diversificando l’offerta per rispondere alla domanda in modo esaustivo e lasciare un piacevole ricordo a chi vi farà visita.

Read More Read More

Gubbio antica città dell’Umbria arte e folclore

Gubbio antica città dell’Umbria arte e folclore

Gubbio è una città medioevale costruita in stile gotico e sita nel nord della verde e stupenda Umbria:
L’Umbria è una regione certamente non povera di città d’arte, ricordiamo che possiede anche altri capolavori dell’architettura come: Assisi, Perugia, Todi, Spoleto, Spello, Orvieto, e tante altre città.
Gubbio ha origini molto antiche, lo possiamo constatare grazie alla presenza di numerosi siti archeologici, posizionati tutto in torno il suo territorio urbano, e che sono la prova di evidenti tracce di attività umana in ogni epoca, stiamo parlando di costruzioni e insediamenti risalenti addirittura alla preistoria.
Visitando la zona abbiamo la possibilità di apprezzare numerosi scavi archeologici, reperti che risalgono sia al paleolitico che al neolitico o all’età del bronzo, ma non solo.
Se avete deciso di visitare l’Umbria, magari perché la vostra metà era la famosissima Assisi, allora va preso in esame anche la possibilità di visitare questo gioiello storico e architettonico che è la città di Gubbio, che si trova poco distante dalla città del poverello.
Visitare Gubbio è d’obbligo, perché è come fare un lungo viaggio nel passato della storia umana, infatti oltre a reperti e scavi archeologici che risalgono all’età preistorica già menzionati, e che va detto si trovano in posizione molto vicina all’attuale centro urbano, parliamo di non più di 3km, la città conserva ancora l’impronta di ogni altra epoca passata e successiva.
Dal punto di vista archeologico, va detto che Gubbio è stata un importante città preromanica nel periodo degli Umbri, in seguito è stata anche una importante città romana, andando avanti poi Gubbio è stata anche una città medioevale e un libero comune.
Di queste epoche, si conservano ancora numerose testimonianze, che rendono la visita della città un piacere, soprattutto se si è amanti della storia.
Da vedere sono: per esempio le tavole Eugubine, 7 tavole di bronzo recanti iscrizioni e che risalgono a molti secoli prima di cristo, realizzate nel periodo degli Umbri, oppure il bellissimo teatro Romano e le numerose ville Romane con mosaici tutto intorno all’attuale centro storico medievale, risalenti a quando IGUVIUM era una città romana.
Oggi Gubbio è soprattutto una bellissima città medioevale, si è conservata principalmente così, infatti per la sua storia è dall’anno 1000 al 1350, che ha un notevole sviluppo urbanistico, nell’epoca in cui è un libero comune.
Il periodo è cosi prospero che la popolazione arriverà a 30.000 abitanti, numero di poco inferiore a quello attuale, ci lascerà importanti monumenti come la bellissima piazza pensile o il palazzo dei Consoli.
Anche nel periodo seguente che va dal 1350 al 1624, periodo in cui Gubbio è sotto il dominio dei Montefeltro prima e Della Rovere poi, e fiorente e di pieno di pace.
Dal 1624 in poi fino al 1860, Gubbio è nei domini del vaticano.
Questi periodi storici hanno permesso alla città di vivere in un clima di pace persistente che l’hanno consegnata intatta ai posteri, troveremo quindi una bellissima città medioevale, racchiusa nelle sue mura di cinta e nel cui centro storico non ci sono costruzioni moderne.

Percorsi gastronomici e naturali: il ruolo dell’ agriturismo

Percorsi gastronomici e naturali: il ruolo dell’ agriturismo

Negli ultimi anni si è assistito ad una sempre più capillare diffusione delle aziende agricole che svolgono anche attività di agriturismo, così come disciplinato dalla normativa italiana in materia (Legge 96/2006). Tali iniziative possiedono un certo fascino sia per chi le attua sia per chi decide di usufruirne, perché mettono in relazione diretta l’attività alberghiera propria dell’agriturismo con la promozione dei propri prodotti locali eno-gastronomici che vengono serviti sulle tavole della clientela.

Read More Read More